Il vostro numero di conto cliente non è più attivo.

Il numero di conto cliente selezionato non è più attivo. Per poter accedere allo Shop attivare uno dei numeri di conto cliente elencati.

Selezione numero di clienti attivi

    Nessun numero di conto cliente disponibile

    Il numero di conto cliente non è più attivo. Per favore rivolgersi all'amministratore oppure alla vostra Filiale EM.

    ×

    Stazioni di ricarica – perché porre fin da subito le basi

    Torna alla panoramica Blog
    EM e-mobility

    Semplici accorgimenti per ridurre già oggi e in larga misura i costi futuri

    L’elettromobilità è il futuro dei nostri spostamenti. Chi ne è consapevole già oggi e adibisce la sua costruzione a una o più stazioni di ricarica nell’ambito di una nuova costruzione o di una ristrutturazione, risparmia in termini di misure di rifacimento impegnative e costose che sarebbero necessarie in un secondo momento. Gli installatori elettricisti che pensano con lungimiranza per i loro clienti e comunicano gli evidenti vantaggi della tempestiva definizione dei requisiti per le stazioni di ricarica, portano a casa buoni risultati. Vi spieghiamo quali preparativi di costruzione tenere in considerazione per passare in modo semplice e rapido all’elettromobilità.

    Ladestation-Parking-750x500.jpg

    Definizione dei requisiti per le stazioni di ricarica nell’ambito delle opere edilizie

    1. Posare canaline con una sezione sufficiente per far passare i cavi per l’alta tensione
    Opere edilizie o ristrutturazioni sono l’occasione perfetta per preparare, con il minimo impegno, l’allestimento di una o più stazioni di ricarica che verranno installate in un secondo momento. In futuro è molto probabile che nel vostro garage venga alimentata una stazione di ricarica oltre al portone e all’impianto di illuminazione. L’impegno legato alla scelta di una canalina la cui sezione sia più grande del necessario, è modesto nel quadro dell’opera. Se si attende di installarle in un secondo momento, i costi potrebbero aumentare fino a 100 volte.

    2. Installare prese CEE16
    Chi desidera essere un passo avanti, installa una presa di corrente CEE16 nel punto in cui sorgerà la futura stazione di ricarica. È consigliabile procedere in tal senso soprattutto in ambito privato: così potrete collegare molte stazioni di ricarica semplicemente sulla base del principio “Plug & Play”.

    3. Prevedere spazio sufficiente nel quadro elettrico
    Per l’interruttore differenziale FI/LS eventualmente necessario occorre uno spazio sufficiente nel quadro elettrico domestico.

    4. Installare un cavo a nastro
    Soprattutto nei garage sotterranei può avere senso posare cavi a nastro per installazioni future. In un secondo momento lungo il cavo si potranno così alimentare con relativa semplicità le stazioni di ricarica.

    5. Requisiti per i sistemi di gestione del carico
    Se più avanti fossero necessarie più stazioni di ricarica in un garage sotterraneo, occorre prevedere una gestione del carico. Questo sistema gestionale intelligente serve a distribuire in modo ottimale la potenza alle singole stazioni di ricarica. Per conoscere l’esatto funzionamento di una gestione corretta del carico e i vantaggi che ne conseguono, leggete qui. Per questo sistema gestionale occorre anche pianificare le canaline per i cavi di comunicazione e la posa del router corrispondente in un apposito punto.

    6. Pianificare in modo intelligente
    Che si tratti di ambienti privati, semipubblici o pubblici, si consiglia di prevedere i parcheggi per i veicoli elettrici il più possibile nelle vicinanze di un impianto domestico, allo scopo di ridurre al minimo la lunghezza dei cavi posati. Questo stratagemma può ridurre sensibilmente i costi del materiale.

    7. Sfruttare tutte le opportunità
    Se le opere edilizie riguardano il pavimento, ad esempio la gettata di nuove fondamenta in calcestruzzo, è possibile eventualmente annegare subito nel calcestruzzo il basamento per una colonnina di ricarica. Si evita così, con grande semplicità e senza un impegno eccessivo, la costosa rottura del calcestruzzo in un secondo momento.

    È così facile risparmiare

    Nel caso di una nuova costruzione i costi per il trasporto dell’elettricità nel parcheggio per veicoli elettrici sono pari a soli 4-8 CHF per metro lineare e sezione di 63 mm. Nel caso di un potenziamento salgono a circa 40-80 CHF, un importo ancora gestibile. Se tuttavia devono essere eseguite opere infrastrutturali, il lavoro extra ammonta già a 400-800 CHF. Di conseguenza vale la pena definire i requisiti per le stazioni di ricarica in modo corretto e tempestivo. Per ulteriori informazioni in merito e per sapere come una pianificazione lungimirante consente di ottimizzare la soddisfazione dei clienti, leggete qui.

    In generale è possibile definire in qualsiasi momento i requisiti per le stazioni di ricarica nel corso di una nuova costruzione o delle misure di ristrutturazione, riducendo al minimo i costi supplementari. Se invece i requisiti costruttivi per le stazioni di ricarica vengono definiti più tardi, occorre mettere in conto un aumento superfluo delle ore di lavoro e dei costi.

    Elettromobilità – se l’allacciamento domestico non basta più

    Il numero di veicoli elettrici nei garage svizzeri è in continuo aumento. Ma in che modo l’alimentazione elettrica e le stazioni di ricarica riescono a far fronte a questa crescita? Un’altra sfida è rappresentata anche dai picchi di carico: le auto elettriche vengono caricate in luoghi dove possono rimanere per lungo tempo, ad esempio a casa o al lavoro. Ulteriori informazioni

    Quali sono i componenti effettivi di una stazione di ricarica per auto elettriche?

    I vari elementi e moduli di una stazione di ricarica - Configurazioni differenti per i diversi requisiti delle stazioni di ricarica pubbliche, semipubbliche e private. Ulteriori informazioni

    Torna alla panoramica Blog
    Per offrirvi la migliore esperienza utente possibile online, utilizziamo i cookie. Utilizzando il nostro sito web e il Webshop, acconsentite all'utilizzo dei cookie. ×
    Per ulteriori informazioni consultare la nostra dichiarazione sulla protezione dei dati